Luisa Bertocco

Nata a Padova il 29 gennaio 1959

Diplomata in Arte Applicata all’Istituto Pietro Selvatico di Padova nel 1978

Dal 1981 collabora con lo studio “Anche Architettura” di Padova nella progettazione di interni e nella realizzazione di oggetti e arredi tra i quali i negozi Vergottini di Padova e Roma, l’enoteca Leonardi e l’osteria Alla Ventura di Padova negozi Vanagloria di Padova e Castelfranco
Nel 1981 collabora con il prof. Ventura alla ricerca sull’Istruzione Professionale per la Mostra e il volume “il bambino e la sua cultura nella Padova dell’ottocento” organizzata dal Comune e dall’Università di Padova.
Nel 1985 progetta oggetti di bigiotteria e oreficeria realizzati in serie artigianale.
Nel 1987 realizza alcune lampade in metallo e vetro di Murano esposte al Salone Euroluce di Milano.
Nel 1991 partecipa alla mostra PRO-FORMA esposizione di designer del “Circuito giovani artisti italiani” del comune di Modena
Nel 1993 fonda “TOCHI” azienda per la produzione di oggetti, lampade ed arredi partecipando ad “Abitare Il Tempo” a Verona e alla Fiera del Mobile di Milano.
Nel 2003 partecipa alla mostra di beneficenza per Emergency presso il Circolo la Casana di Padova.
Nel 2007 partecipa all’evento-mostra “FRAMMENTI DELL’ETIMO RITROVATO” presso la Valle della Mola, acquedotto Anio Vetus a S.Gregorio da Sassola Roma.

Pubblicazioni e segnalazioni su Casa Vogue, Il Bagno, Riabita

Partecipato al riciclarti 2008-2009-2010

“DONNE nell’Arte” 50 ritratti di Franco Storti 2010

Scenografie per “Acqua e tera, tera e acqua” con testi di Francesco Jori e Sergio Ventura, spettacolo sull’ inondazione di Venezia e Pellestrina del 4 novembre 1966 (recensioni: Mattino di Padova, Tribuna di Treviso e La Nuova di Venezia del 19 agosto 2013)